Area delle Attività occupazionali

Assemblaggio
Bottega confezionamento
Carta riciclata
La Serra / Orto-floricoltura
Argilla occupazionale
Cartonaggio

Il generare, il produrre, l’avere gratificazione dalle proprie capacità sono caratteristiche dell’età adulta e molto spesso le persone con disabilità vengono considerate degli eterni bambini, delle persone incompiute perché incapaci di generare, di produrre di essere consapevoli di quello che fanno.

L’assemblaggio è una attività importante del Centro Diurno, perché, attraverso l’esecuzione di semplici lavorazioni o singole fasi delle stesse, a seconda delle capacità e delle abilità fino-motorie di ciascuno, si valorizza e si gratifica l’intera persona attraverso la realizzazione dell’oggetto.

Questo esercizio costante serve a mantenere le abilità, sia da un punto di vista fino motorio che da un punto di vista cognitivo, nelle fasi che riguardano il distinguere, il classificare, l’organizzare l’attività, l’associare i vari materiali didattici, la divisione del lavoro in fasi e sequenze.

L’assemblaggio, come viene da noi inteso, non ha scopi di lucro, non svolge lavorazioni per conto terzi che risulterebbero particolarmente difficili per le persone con disabilità accolte, ma consiste in una serie di attività in sequenza che servono a valorizzare tutte le persone accolte come “persona capace di fare”.

In questa logica, tutte le persone accolte al centro diurno, ricevono un simbolico gettone di presenza che testimonia il loro impegno ad essere presenti e a partecipare in modo attivo alle attività proposte.

Nel nostro centro diurno si svolge l’attività di confezionamento di bomboniere e produzione di sacchettini e scatoline porta confetti.

In quest’attività i nostri utenti, coadiuvati da operatori, misurano, tagliano nastri, assemblano materiali diversi realizzando così opere uniche fatte interamente a mano.

Nel confezionamento delle bomboniere si utilizzano materiali naturali, come rafia, juta, spighe, cannella e altri materiali di riciclo.

All’interno di questa attività produttiva, finalizzata alla vendita al pubblico, la persona con disabilità si sente un protagonista orgoglioso di realizzare un prodotto creativo che avrà un utilizzo reale nella vita delle persone che vengono a conoscerci.

All’interno del Centro Diurno si trova il laboratorio carta riciclata in cui gli utenti riutilizzano carta che andrebbe gettata nei rifiuti, per darle nuova vita, realizzando a mano nuovi fogli e buste utili come biglietti augurali, ma anche come inviti o ringraziamenti per vari eventi. Gli utenti sono invitati a collaborare e cooperare tra loro nelle varie fasi di realizzazione per ottenere un buon risultato dal punto di vista pratico e manuale.

In questo modo vengono stimolate le relazioni interpersonali, si potenzia il senso di autoefficacia e autostima (il risultato del proprio “fare” è immediatamente visibile), le abilità di attenzione e concentrazione, vengono inoltre stimolate le capacità comunicative.

L’attività ha inizio nel 2013, con il riposizionamento e la ristrutturazione di una serre di 100 metri quadrati per la semina e la produzione di piantine.Comprende attività di orticoltura e floricoltura. Le persone con disabilità apprendono le nozioni tecniche e pratiche necessarie alla coltivazione delle principali colture orticole, dalla semina alla raccolta dei frutti, e alla creazione di vasi con i fiori da loro prodotti.
Per poter gestire al meglio il gruppo e l’andamento delle attività ci si avvale di personale formato e di personale volontario del paese che ospita la struttura

Laboratorio di argilla

“Noi pensiamo di svincolare l’arte dalla materia, il senso dell’eterno dalla preoccupazione dell’immortale. E non ci interessa che un gesto compiuto viva un attimo o un millennio, perchè siamo veramente convinti che compiutolo, esso è eterno.”

Lucio Fontana

L’argilla è la terra silenziosa che si lascia plasmare ad occhi chiusi e permette al corpo di parlare attraverso le mani liberando emozioni e pensieri. È l’incontro dell’inconscio con la materia, la creazione di ciò che non può essere espresso a parole.

L’attività del laboratorio argilla all’interno del percorso “educativo occupazionale-relazionale” del gruppo “keramos”, si propone di valorizzare e potenziare gli aspetti creativi, le attitudini individuali e le capacità espressive della persona, in un contesto di crescita educativa.

Argilla occupazionale

L’attività di ceramica opera nel campo dell’espressività e della manipolazione, del fare e costruire mettendo in moto le possibilità gestuali visive e tattili principalmente. Ognuno a seconda delle proprie capacità esprime e condivide la propria creatività e sperimenta con semplici ma molto serie operazioni la possibilità di realizzare un oggetto. Attraverso le varie fasi di lavoro dalla foggiatura a mano alla decorazione, si imparano ad utilizzare strumenti utili, si esplorano diverse varianti specifiche del materiale, ci si confronta in un piccolo gruppo. Gli oggetti realizzati vengono poi venduti.

Descrizione delle cornici

Per fare le cornici vengono usati materiali semplici come la carta ed il cartone: il cartone (meglio se quello grigio) per la forma ed il sostegno, la carta per le decorazioni, che vengono dipinte con colori acrilici, così da dare risalto all’oggetto. In aggiunta a questi, vengono usati la tela come rinforzo o come fondo, la carta riciclata per la decorazione e sassolini o piccoli oggetti in ceramica per particolari ornamenti. L’attività prevede la colorazione delle carte, la loro misurazione e taglio, l’incollaggio sui cartoni e l’eventuale decorazione con i sassolini prima della fase finale, che consiste nell’assemblare le varie parti della cornice e nel fare la pressatura, che rende il tutto perfettamente fruibile.
Dopo la pressatura si possono inserire gli ornamenti più delicati.

Descrizione dei libretti e notes

La creazione di libretti e notes comporta l’utilizzo da carta di vari tipi e qualità e di cartone da legatoria.
Questa attività si può dividere, in grosso modo, in due parti: una riguarda la copertina, l’altra l’interno. L’interno è costituito da fogli di carta, anche riciclata, piegati e rilegati in diverse modalità a seconda dell’uso finale: dalla semplice incollatura dei fogli su un lato (come nei block notes) alla cucitura con filo refe. La copertina ha una realizzazione un po’ più elaborata, ma per nulla complicata. Può essere estremamente semplice: incollatura sul dorso di semplice cartoncino; o più complessa: cartone rivestito con carta riciclata e tela o altro materiale di qualità ed, eventualmente, dorature. Il rivestimento della copertina può essere ulteriormente decorato per rendere il libretto più attraente.
Nei porta blocchetti la copertina è aperta sul dorso per permettere la sostituzione del blocchetto.